Prova il "Mi Piace" Di Google
24
November , 2017
Friday

Frasi Belle

Frasi Belle

La letteratura: un codice che occorre accettare di decifrare. Roland Barthes
# In verità l’incapacità di capire che esistono cose peggiori della morte è sempre stata ...
Si dovrebbe essere sempre innamorati. Ecco perché non bisognerebbe mai sposarsi! Oscar Wilde
"Sei amato solo dove puoi mostrarti debole senza provocare in risposta la forza."  Theodor W. ...
Un anonimo del '500 soleva sempre dire: Ci sono tante cose importanti nella vita, la ...

San Martino Carducci

Posted by admin On dicembre - 5 - 2011 questa pagina è stata letta 2.995 volte
San Martino
La nebbia a gl’irti colli
piovigginando sale,
e sotto il maestrale
urla e biancheggia il mar;
ma per le vie del borgo
dal ribollir de’ tini
va l’aspro odor de i vini
l’anime a rallegrar.
Gira su’ ceppi accesi
lo spiedo scoppiettando:
sta il cacciator fischiando
sull’uscio a rimirar
tra le rossastre nubi
stormi d’uccelli neri,
com’esuli pensieri,
nel vespero migrar.
L’atmosfera piena di brio del borgo è dovuta al giorno di San Martino(cioè l’11 novembre) in un paesetto della Maremma (Bolgheri o Castagneto), poiche’ per le vie si diffonde quell’odore aspro di vino e di carne che viene cotta sullo spiedo, ma i pensieri dell’uomo sfuggono a quest’allegria e volano lontani proprio come gli uccelli.
Questo giorno risulta di una certa importanza per gli agricoltori perchè segna la fine del lavoro nei campi e l’inizio del travaso del vino dai tini nelle botti. All’allegria del borgo si contrappone quella tristezza del paesaggio autunnale in quanto avvolto dalla nebbia.
PARAFRASI
La nebbia, sciogliendosi in una leggera pioggerella, risale per le colline rese quasi ispide dalle piante ormai prive di foglie e, spinto dal ventate fredde , il mare rumoreggia frangendosi sulla scogliera, con onde  spumose colorate di bianco. Ma per le vie del piccolo paesello c si propaga, dai tini dove fermenta il mosto, l’odore aspro del vino nuovo che porta gioia ai cuori.Nel frattempo sui ceppi bruciati nel focolare scoppiettano quelle gocce di grasso cadenti dallo spiedo su cui cuoce la cacciagione; e il cacciatore se ne sta sull’uscio a guardare stormi di uccelli che, messi a confronto con le  nubi rossastre del tramonto, sembrano neri, come quei pensieri che si vorrebbe mandar via lontano.
Schema delle rime:ABBC
La lirica è composta da quattro quartine formate da  settenari, i primi tre di ogni strofa risultano  piani, l’ultimo è tronco; in ogni quartina il primo verso è esente dalla rima, il secondo e il terzo rimano tra loro; il quarto verso è in rima con gli ultimi versi di ogni strofa.
I particolari suoni di / ebbia/, / iggi /, / eggia /  nella prima strofa di San Martino diventano onomatopeici e ci fanno sentire l’acquerugiola che lievemente scende sul paesaggio e ci fanno vedere il mare che rumoreggia sulla costa.
L’onomatopea domina la terza strofa: i suoni / ppi/, /cce/, /spied/, /scoppie/, / ttando/, /fischia/, /uscio/ servono a evidenziare quei rumori causati dal focolare e lo zufolare soprappensiero del cacciatore.
Nella lirica vengono usate molte figure retoriche quali la prosopopea,nel 4^ verso  con l’umanizzazione del mare,l’iperbato nel 6^-7^ verso in cui viene invertito l’ordine,,la paronomasia che riproduce un uguale suono e attua una funzione onomatopeica , infine la similitudine negli ultimi tre versi :secondo alcuni il poeta esprimerebbe il desiderio di vedere volare via, lontano, come gli uccelli, i suoi tetri pensieri; altri, invece, propongono di leggere “esuli” nel senso di “sperduti, che vagano lontano e si perdono nell’infinito”.
Aforismi Sulla Gelosia —> Dedica gli Aforismi Sulla Gelosia Più Belli. Trovi i Più Belli Sulla Gelosia e Su tutti gli Argomenti.

San Martino

La nebbia a gl’irti colli

piovigginando sale,

e sotto il maestrale

urla e biancheggia il mar;

Continua a Leggere… »

Citazioni Sulla Vita

Posted by admin On maggio - 20 - 2010 questa pagina è stata letta 32.448 volte

“Amo la pioggia, lava via le memorie dai marciapiedi della vita.”  Woody Allen (1935), attore e regista americano.

 ”La vita è quello che si fa durante il giorno.”  Anonimo.

Continua a Leggere… »

Frasi Ernesto Che Guevara

Posted by admin On settembre - 9 - 2009 questa pagina è stata letta 23.174 volte

• Il vero rivoluzionario è guidato da grandi sentimenti d’amore.

•  Il silenzio è una discussione portata avanti con altri mezzi.

•  O siamo capaci di sconfiggere le idee contrarie con la discussione, o dobbiamo lasciarle esprimere. Non è possibile sconfiggere le idee con la forza, perché questo blocca il libero sviluppo dell’intelligenza.

•  Se io muoio non piangere per me, fai quello che facevo io e continuerò vivendo in te.

•  L’unico modo di conoscere davvero i problemi è accostarsi a quanti vivono quei problemi e trarre da essi, da quello scambio, le conclusioni.

•  Siamo realisti, esigiamo l’impossibile…

•  La rivoluzione si fa attraverso l’uomo, ma l’uomo deve forgiare giorno per giorno il suo spirito rivoluzionario.

•  Di fronte a tutti i pericoli, di fronte a tutte le minacce, le aggressioni, i blocchi, i sabotaggi, tutti i frazionisti, tutti i poteri che cercano di frenarci, dobbiamo dimostrare, una volta di più, la capacità del popolo di costruire la propria storia.

•  Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!

•  Vale la pena di lottare solo per le cose senza le quali non vale la pena di vivere.

•  Bisogna essere duri senza mai perdere la tenerezza.
•  Il guerrigliero è un riformatore sociale, il quale impugna le armi per rispondere all’irata protesta del popolo contro l’oppressore e lotta per cambiare il regime sociale colpevole di tenere i suoi fratelli inermi nell’ombra e nella miseria.
•  Non sono un Libertador. I Libertadores non esistono. Sono i popoli che si liberano da sé.

•  Credo nella lotta armata come unica soluzione per i popoli che lottano per liberarsi.

•  Vale milioni di volte di più la vita di un solo essere umano che tutte le proprietà dell’uomo più ricco della terra.

•  Ogni vero uomo deve sentire sulla propria guancia lo schiaffo dato a qualunque altro uomo.

•  Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualunque ingiustizia commessa contro chiunque in qualunque parte del mondo.

•  La vera rivoluzione deve cominciare dentro di noi.

•  In qualunque luogo ci sorprenda la morte in battaglia, che sia la benvenuta.

•  Bisogna pagare qualunque prezzo per il diritto di mantenere alta la nostra bandiera.
•  Dicono che noi rivoluzionari siamo romantici. Sì, è vero, ma lo siamo in modo diverso, siamo di quelli disposti a dare la vita per quello in cui crediamo.