Prova il "Mi Piace" Di Google
28
May , 2017
Sunday

Frasi Belle

Frasi Belle

Etimologia Significato Nomi Con La Lettera G

Scritto da admin Il novembre - 9 - 2009 questa pagina è stata letta 10.962 volte

GABINO Il nome deriva dal latino Gabinius, cognomen di una gens romana e significa “oriundo di Gabium”, antica città laziale. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 19 febbraio in onore di San Gabino prete, martire a Roma nel 296.

GABRIELLA/GABRIELE Il nome deriva dall’ aramaico e significa “eroe di Dio”. Gabriele è uno dei sette arcangeli nominati nella Bibbia. E’ però un personaggio comune a più religioni. Per i cattolici fu lui ad annunziare a Maria di essere in attesa di Gesù, per i musulmani Gabriele è lo spirito della verità che dettò il Corano a Maometto, e gli ebrei, invece, lo venerano come “il principe del fuoco”. L’onomastico ricorre il 29 settembre in onore dell’Arcangelo Gabriele. E’ patrono dei postini, dei corrieri, dei giornalai, dei filatelisti, degli ambasciatori, della radio, della televisione e delle telecomunicazioni. In altre località viene venerato il 24 marzo.

GAETANA/GAETANO Il nome deriva dal latino Caitànus e significa “nativo di Gaeta”, la cittadina campana che secondo il poeta latino Virgilio prenderebbe il nome dalla nutrice di Enea, Caieta, che morì e fu sepolta in quel luogo. L’onomastico ricorre il 7 agosto in memoria di San Gaetano di Tiene morto nel 1547 e canonizzato nel 1675 da Papa Clemente X. E’ patrono di Ariano nel Polesine e viene invocato per guarire dalle cisti.

GAIA/GAIO E’ un nome di origine sassone e il significato augurale è trasparente. L’onomastico viene festeggiato il 10 marzo in ricordo di San Gaio che subì il martirio in Frigia con i Santi Alessandro ed Apaméa.

GALATEA Il nome deriva dal greco Galàtheia e significa “candore, serenità di spirito”. L’onomastico si può festeggiare il 1° novembre essendo un nome adespota.

GALDINO II nome ha origine francese e significa “dominare,regnare”. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 18 aprile in onore di San Galdino cardinale e vescovo di Milano, morto nel 1176.

GALEAZZO II nome deriva dal sassone Gail e significa “giocondo, lieto”. L’onomastico si festeggia il 5 novembre in ricordo di San Galeazzo vescovo.

GALILEO Il nome deriva dall’ebraico Galil e significa “circondario, regione”. L’onomastico si festeggia il 1° novembre essendo un nome adespota.

GANDOLFO Il nome ha origini tedesche e significa “lupo, guerriero”. La sua diffusione risale al VII secolo ed è frequente soprattutto in Sicilia, dove è molto sentito il culto per Gandolfo, predicatore dei Frati Minori. L’onomastico viene festeggiato 1′ 11 maggio, in ricordo di San Gandolfo martire a Varennes.

GASPARE II nome ha origine persiana e significa “stimabile maestro”. L’onomastico viene festeggiato il 6 gennaio in memoria di Gaspare, uno dei tre Re Magi, insieme a Baldassarre e Melchiorre, che vennero dall’Oriente per portare a Gesù Bambino i loro doni: oro, incenso e mirra.

GASTONE E’ un nome etnico di origine francese che significa “abitante della Guascogna”. L’onomastico viene festeggiato il 6 febbraio in memoria di San Gastone di Arras martire nel 540.

GAUDENZIA/GAUDENZIO Il nome ha origini latine e significa “gaudente, colui che gode”. Gaudenzia festeggia l’onomastico il 30 agosto in memoria di Santa Gaudenzia, vergine e martire a Roma. Gaudenzio, invece, è tradizionalmente festeggiato il 22 gennaio in onore di San Gaudenzio vescovo e confessore a Novara e patrono anche della città.

GAVINO E’ un nome etnico e significa “abitante di Gabium”, antica città laziale. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 25 ottobre in ricordo di San Gavino soldato, martire con Proro e Gennaro a Porto Torres nel 130. Il Santo è patrono di Sassari e viene onorato anche il 30 maggio.

GELSOMINA Nome romantico di origine italiana che continua la serie dei nomi dedicati alle piante e ai fiori. L’onomastico può essere festeggiato il 1° novembre.

GELTRUDE/GERTRUDE II nome deriva dal sassone All e Truth e significa “la vergine della lancia”. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 16 novembre in ricordo di Santa Gertrude di Esileben, sorella di Santa Matilde e badessa di Roberdof, vissuta nel XIII secolo. La si invoca per ottenere la guarigione dal diabete.

GEMMA II nome ha origini latine e significa “bocciolo”, ma designa anche una pietra preziosa. L’onomastico viene festeggiato il 14 maggio in onore di Santa Gemma Galgani, vergine di Lucca che si invoca per ottenere la guarigione dalle scottature. Viene onorata anche il giorno 11 aprile.

GENEROSA/GENEROSO Il nome deriva dal latino e significa “nobile di origine”. Solo col passare del tempo ha assunto l’attuale significato di prodigo d’animo e di cose materiali. Generosa festeggia l’onomastico il 17 luglio in onore di Santa Generosa martirizzata a Cartagine insieme ad altri compagni di fede. Anche Generoso festeggia l’onomastico il 17 luglio, in ricordo di San Generoso martirizzato a Tivoli nel IV secolo.

GENESIO Il nome deriva dal greco Genesios e significa “colui che genera”. E’ usato anche nella forma Genito. Si festeggia l’onomastico il 25 agosto in ricordo di San Genesio martire a Roma nel 303. E’ patrono degli attori comici e dei notai. Lo si invoca contro le malattie dell’udito.

GENNARA/GENNARO Il nome è di origine latina e significa “nato il mese di gennaio”. Giano, da cui è derivato anche il nome del mese, era il dio bifronte romano che presiedeva alle porte e ai passaggi, all’inizio dell’anno, all’inizio del mese e a qualsiasi attività. Gennara viene festeggiata il 2 marzo in ricordo di Santa Gennara martirizzata a Porto Romano con i Santi Eraclio, Paolo e Secondilla. Gennaro, che è un nome molto diffuso nel Napoletano, festeggia l’onomastico il 19 settembre in ricordo appunto di San Gennaro, patrono di Napoli, che fu vescovo di Benevento e fu martirizzato a Pozzuoli nel 305. Nel Duomo del capoluogo campano sono conservate due ampolle contenenti sangue allo stato solido che ogni anno si liquefà miracolosamente. Viene invocato contro le coliche e i mali intestinali in genere. Sono molto usati i seguenti diminutivi: Gennariello, Gennaria, Gennarino.

GENOVEFFA Il nome ha origine celtica e significa “fanciulla di nobili origini”, esiste anche la variante Genoeffa. L’onomastico ricorre il 3 gennaio in ricordo di Santa Genoveffa, vergine di Nanterre, vissuta nel V secolo. Viene invocata per guarire dai reumatismi, in tempo di guerra e di calamità naturali. E’ patrona dei tappezzieri e dei pastori.

GERARDO/GHERARDO Il nome ha origine tedesca e significa “forte nel lanciare il dardo”. Gerardo è la forma che si è diffusa dalla Francia e festeggia l’onomastico il 30 ottobre in ricordo di San Gerardo vescovo morto nel 1122. E’ patrono di Potenza, delle ostetriche e delle partorienti. Viene invocato per guarire fratture, tumori, calcolosi e gotta. Gherardo è la forma che invece si è diffusa dalla Germania e viene festeggiato tradizionalmente il 7 dicembre in ricordo di San Gherardo. Patrono di Velletri, che in altre località viene venerato il 7 settembre.

GEREMIA Il nome ha origine ebraica e significa “esaltazione del Signore”. Geremia, personaggio biblico, è uno dei maggiori profeti d’Israele, famoso per le sue lamentele. E infatti il termine geremiadi, da tempo nel vocabolario della lingua italiana, significa appunto lamentele prolisse e fastidiose. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 17 giugno ricordo di San Geremia monaco, martire di Còrdoba.

GERMANA/GERMANO Deriva dal latino e significa “fratello/sorella”. Germana festeggia l’onomastico il 15 giugno in memoria della Santa Germana Cousin, vergine dei Pibrac presso Tolosa, patrona dei pastori. Viene invocata quando vi è pericolo di perdere la vista. Germano invece, festeggia l’onomastico il 31 luglio in ricordo di San Germano vescovo, nato ad Auxerre e morto a Ravenna nel 448. E’ patrono dei bambini e lo si invoca contro le malattie dell’infanzia.

GEROLAMO/GIROLAMO/GERONIMO Il nome ha origine greca e significa “nome sacro”. Gerolamo si festeggia il 9 maggio in ricordo di San Gerolamo padre della Chiesa, nativo di Stridone in Dalmazia, vissuto tra il 346 ed il 429. Girolamo è invece festeggiato 1′8 febbraio in ricordo di San Girolamo Emiliandi della Congregazione Samasca che in altre località viene venerato il 20 luglio. E’ patrono degli orfani. Infine Geronimo viene festeggiato il 20 luglio in onore di San Geronimo.

GERVASA/GERVASO/GERVASIO Il nome ha origini gotiche e significa “la lancia potente”. L’onomastico viene festeggiato il 19 giugno in ricordo di San Gervasio, martire di Milano nell’anno 62, con il fratello Protaso, assai venerato a Domodossola.

GHITA Diminutivo di Margherita, corrispondente alla Greta anglosassone. L’onomastico si festeggia il 10 giugno in memoria di Santa Margherita di Scozia.

GIACINTA/GIACINTO Il nome è di origine greca, col significato “simile al giacinto”. Nella mitologia, Yàkinthos, che indicava una specie di fore, era un grazioso giovinetto figlio di Amicle, re di Sparta. Il giovane fu ferito mortalmente al capo da Zefiro e tramutato in fiore da Apollo. Giacinta si festeggia il 30 gennaio in ricordo di Santa Giacinta Marescotti vergine, terziaria francescana, vissuta tra il 1585 ed il 1640, patrona di Viterbo. Giacinto invece viene festeggiato il 17 agosto in memoria di San Giacinto Odrowatz, predicatore domenicano, nato nel 1185 missionario nell’Europa Orientale. In altre località viene ricordato il 15 ed anche il 16 agosto. E’ patrono della Polonia, delle gestanti e dei Domenicani. Viene invocato contro il pericolo di morire annegati.

GIACOBBE Il nome deriva dall’ebraico Jaakob e significa “seguace di Dio”. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 15 luglio in ricordo del Santo vescovo di Nisibi in Siria, morto nel 338, uno dei partecipanti al Concilio di Nicea.

GIADA Dallo spagnolo jada che indica “fianco”, la giada, minerale di vari colori dalla lucentezza cerea, era per questo motivo chiamata “pietra del fianco” supponendosi virtù protettive delle reni. Essendo un nome adespota si può festeggiare il 1° novembre.

GIACOMA/GIACOMO Deriva dall’ aramaico e significa “seguace di Dio”. Giacobbe è la forma usata dagli ebrei; Giacomo è la forma adottata dai cristiani. Giacoma e Giacomina festeggiano l’onomastico il giorno 8 febbraio in memoria di Santa Giacomina o Jacopina de’ Settesoli, morta nel 1239. Vengono usate anche le seguenti forme: Jacopa, Jacopina, Giacometta, Mina. Giacomo invece viene festeggiato il 25 luglio in ricordo di San Giacomo apostolo detto “il Maggiore” che subì il martirio per decapitazione nel 44 d. C. II Santo è patrono del Guatemala, della Spagna, dei cappellai, dei pellegrini, dei viaggiatori e delle località di Averara, Pistoia e Bellino. Viene invocato per guarire dalla foruncolosi. Diminutivi usati: Giacomino, Mino e la forma Jacopo il cui diminutivo è Lapo.

GIANNI E’ la forma abbreviata di Giovanni ed è spessissimo usato in combinazione con altri nomi tra cui, Gianbattista, Giancarlo, Gianfranco, Gianpiero, Gianluigi, Gianpaolo, Gianmaria, Giandomenico, Giangaleazzo e così via. L’onomastico di Gianni può essere festeggiato il 1° novembre.

GIGLIOLA Gigliola deriva in parte da Gilio, Gilles (ovvero Egidio) ma anche da Lilius, che significa “bella come un giglio”. Le varianti di questo nome sono: Giglio, Giliana, Giliante. L’onomastico si può festeggiare il 1° novembre.

GILBERTA/GILBERTO Deriva dall’antico teutonico gisal e bert e significa “nobile ostaggio”. L’onomastico può essere festeggiato il 4 febbraio in onore di San Gilberto di Semprigham, vissuto in Inghilterra tra il 1083 ed il 1189. Viene invocato contro l’idropisia e l’isterismo.

GILDO Il nome deriva dall’antico Gild, e significa “essere valido, valente”. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 29 gennaio in ricordo di San Gildo, cronista storico britannico di Rhuys, vissuto tra il 516 ed il 570, patrono dei fonditori.

GINEVRA Il nome ha origine celtica e significa “elfo luminoso”. Ginevra è anche la famosissima e bella moglie del leggendario Re Artù di Bretagna, amante di Lancillotto del Lago. L’onomastico può essere festeggiato il 2 aprile, in ricordo della beata Ginevra o Genoveffa di Brabante.

GIOACCHINA/GIOACCHINO Il nome ha origini ebraiche e significa “Dio rende forti”. Gioacchina festeggia l’onomastico il 28 agosto in memoria della beata Gioacchina Vedruna, morta nel 1854. Gioacchino, forma toscana Giovacchino, è il marito di S. Anna e il padre di Maria Vergine. L’onomastico di Gioacchino viene festeggiato il 16 aprile in ricordo di Gioacchino Piccolomini da Siena dell’ordine dei Servi di Maria.

GIOBBE Il nome ha origine ebraica e significa “colui che sopporta i mali”, nell’uso corrente invece ha assunto il significato di paziente. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 10 maggio in onore di San Giobbe, il patriarca biblico vissuto nella terra di Us. E’ il patrono dei tessitori lombardi, degli allevatori dei bachi da seta e dei lebbrosi. Si invoca per guarire dalle ulcere.

GIOELE Il nome ha origine ebraica e significa “volente o giurante”. L’onomastico si festeggia il 13 luglio in onore di San Gioele, uno dei dodici profeti minori.

GIOIA Nome tipicamente femminile, molto usato dagli Israeliti, deriva dal latino Gaudia e significa “piena di grazia e di bontà”. L’onomastico può essere festeggiato il 1° novembre.

GIORDANO Il nome deriva dall’ebraico lor e Dan e significa, “scorre presso Dan”, antica città biblica. Il Giordano è il fiume dove furono battezzati Gesù e i primi cristiani, e da allora divenne nome proprio. L’onomastico si festeggia il 5 settembre in ricordo del beato Giordano abate in Puglia nel XII secolo.

GIORGIA/GIORGIO Il nome ha origini greche e significa “agricoltore”. Giorgia festeggia l’onomastico il 15 febbraio in ricordo di Santa Giorgia, vergine di Clermont, Francia, vissuta nel V secolo. Altre forme femminili: Giorgianna, Georgina, Giorgette. Giorgio invece festeggia l’onomastico il 13 aprile in memoria di San Giorgio di Lydda, tribuno martirizzato ai tempi di Diocleziano. II Santo è sepolto in Palestina e si racconta che un giorno salvò una fanciulla da un drago dopo una lotta mortale. E’ patrono di San Giorgio di Susa, di Caresana (Vercelli), di Arcinazzo Romano, di Ferrara, di Campobasso, di Genova, di Reggio Calabria, dell’Inghilterra, dei cavalcatori, degli armaioli, dei militari, degli schermitori, della Cavalleria, dei lebbrosi, degli scouts.

GIOSUE’ Deriva dall’ebraico Jehoa-Schiuah e significa il “Signore salva”. Giosué, nel Vecchio Testamento, è il condottiero che prende il posto di Mosè nella guida del popolo di Israele e che ferma il sole per rendere definitiva la vittoria sul nemico. L’onomastico viene festeggiato in suo onore il 1° settembre. In italiano viene anche usata l’accentuazione Giòsue.

GIOVANNA/GIOVANNI Il nome ha origine ebraica e significa “dono del Signore”. Esistono oltre 300 Santi e Sante con questo nome, e sono 128 i toponimi italiani. Anticamente il nome veniva imposto a un/a figlio/a lungamente atteso/a. Giovanna festeggia l’onomastico il 30 maggio, in ricordo della Santa martire Giovanna d’Arco, detta la “pulzella di 0rlèans”, perita sul rogo il 31 maggio del 1431. In Francia è patrona della Radiotelevisione. Vengono usate anche le seguenti forme: Ivana (forma Russa), Gina, Vanna, Giannina. Giovanni invece è tradizionalmente festeggiato il 24 giugno, giorno in cui la Chiesa commemora la nascita di San Giovanni detto “il Battista”. E’ patrono di Firenze, di Genova, di Imperia, di Torino, di Busto Arsizio, dei maniscalchi, degli albergatori, dei musicisti, dei coltellinai, dei sarti e degli spazzacamini. Viene invocato per fare cessare la grandine, per guarire dall’epilessia, contro gli spasmi e le convulsioni. La sua morte è invece ricordata il 29 agosto a Ragusa dove è patrono e viene appunto festeggiato in questa data. E’, sempre in questa data, ricordato come il patrono dei ragionieri. Altre forme del nome: Gino, Gianni, Nanni, Giannetto, Giannettino, Vanni, Ivano.

GIROLAMO Vedi Gerolamo.

GISELLA/GISELDA Il nome ha origine germanica e significa “eroina, campionessa”. L’onomastico si festeggia il 19 maggio in ricordo della beata Gisella, moglie di Santo Stefano I re d’Ungheria, morta nel 1095.

GIUDITTA Il nome ha origine ebraica e significa “lodata”. E’ il nome dell’eroina ebrea che sedusse Oloferne generale di Nabucodonosor e subito dopo gli tagliò la testa. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 16 giugno in ricordo di Santa Giuditta o Giulitta martire col fglio Quirico a Tarson, in Cilicia, durante la persecuzione di Diocleziano e le cui reliquie sono conservate a Roma. E’ patrona di Lonigo.

GIULIANA/GIULIANO Il nome ha origini latine e significa “appartenente alla gens Julia”. Giuliana festeggia l’onomastico il 7 febbraio in ricordo di Santa Giuliana vedova di Bologna. Si invoca contro il paratifo ed altre malattie contagiose. Giuliano invece si festeggia il 9 gennaio in memoria di San Giuliano detto “Ospedaliere”, martire in Antiochia, sotto Diocleziano. E’ patrono di Macerata, dei viaggiatori, dei pellegrini, dei pescivendoli, degli ospiti, degli albergatori, ed è particolarmente festeggiato in Belgio e in Spagna.

GIULIA/GIULIO Il nome ha origine greca e significa “lanuginosa”. Giulia festeggia l’onomastico il 21 maggio in ricordo di Santa Giulia, vergine e martire in Corsica nell’anno 450, per essersi rifiutata di partecipare a un rito pagano. E’ patrona di Livorno e della Corsica. La si invoca contro i mali dell’estremità. In altre località è commemorata il 22 maggio. Giulio invece si festeggia il 12 aprile in ricordo di San Giulio 1 papa (336352).

GIUSEPPE Il nome deriva dall’ebraico Josef e significa “accresciuto da Dio”. E’ il nome maschile più diffuso, seguono Giovanni e Antonio. L’onomastico viene festeggiato per tradizione il 19 marzo, in onore di San Giuseppe, sposo di Maria e padre putativo di Gesù. E’ solo dal 1968 che il giorno dell’onomastico del Santo coincide con la festa del papà, festa voluta dalla Buton per promuovere la vendita del proprio brandy. Il Santo è patrono del Canada, del Perù, dei falegnami, dei carpentieri, degli ebanisti, dei moribondi, e viene invocato per ottenere un buon matrimonio. Le varianti del nome possono essere: Bepi, Beppe, Pinuccio, Geppe, Geppino, Peppe, Peppino, Pino. Il nome può essere anche usato al femminile nelle seguenti forme: Giuseppa, Giuseppina, Pinuccia, Pina, Nuccia, Giusy.

GIUSTA/GIUSTO Il nome deriva dall’aggettivo latino iustus e significa “probo, onesto”. Giusta viene festeggiata il 19 luglio, in ricordo di Santa Giusta, martire a Síviglia nel 287 con Santa Rufina. E’ patrona dei fabbricanti di stoviglie e di Siviglia. Altre forme femminili del nome, Giustina, Giustiniana. Giusto invece festeggia l’onomastico il 3 novembre in ricordo di San Giusto, martire a Trieste nel 279, il Santo è patrono di Trieste. Altre forme maschili del nome: Giustino, Giustiniano.

GLAUCO Dal greco glaucos cioè “verde azzurro” si riferisce agli occhi cerulei. Si racconta di un pescatore che, mangiata un’erba incantata. cadde in acqua trasformandosi in divinità protettrice dei naufraghi e dei marinai. L’onomastico si festeggia il 1 ° novembre.

GLORIA Il nome ha origine latina e significa “lode universale”. L’onomastico viene festeggiato il 1° novembre. Derivato: Gloriana.

GODIVA Il nome ha origine anglosassone e significa “dono di Dio”. II nome fu portato dalla leggendaria moglie di Loefrico conte di Chester, vissuta nell’XI secolo. L’onomastico può essere festeggiato il 1° novembre.

GOFFREDO Deriva dal gotico Guthafriths e significa “protetto da Dio”. Nel Medioevo si usava anche la forma Gottifredo. Il nome fu reso famoso dal Tasso nella Gerusalemme Liberata,dove Goffredo di Buglione comandò la prima crociata e liberò il sepolcro di Cristo. L’onomastico viene festeggiato l’8 novembre in ricordo di San Goffredo vescovo di Amiens, morto nel 1115, patrono di Saluzzo (CN).

GOLIA II nome deriva dall’ebraico Goliat e significa “esilio”. L’onomastico può essere festeggiato il 1° novembre.

GOTTARDO Il nome ha origine tedesca e significa “forte mediante Dio”. L’onomastico viene festeggiato il 5 maggio in onore di San Gottardo, benedettino, vescovo di Hildesheim, nato verso il 960 e morto nel 1038. E’ patrono di Benevagienna e delle partorienti, viene invocato contro i calcoli, i fulmini, la grandine e la gotta (probabilmente per una semplice ragione di assonanza tra il nome del Santo e questa fastidiosa malattia).

GRAZIA/MARIA GRAZIA Deriva dal latino Gratia e significa “leggiadra, piacevole”. L’onomastico si festeggia il 16 aprile in ricordo di Santa Grazia, oppure il 2 luglio, ricorrenza della Madonna delle Grazie. Diminutivo: Graziella.

GRAZIANA/GRAZIANO Il nome deriva dal latino e significa “gradito, caro”. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 1° giugno, in ricordo di San Graziano martire con San Felino a Perugia.

GREGORIO Il nome ha origine greca e significa “pronto, lesto”. Ha il primato di essere il nome di sedici papi e di un antipapa. L’onomastico si festeggia il 3 settembre in memoria di San Gregorio Magno papa, morto nel 604 che in altre località viene festeggiato il 12 marzo. E’ patrono dei musicisti, dei cantori e dei fabbricanti di bottoni. Viene invocato contro la gotta, l’artrite e i reumatismi.

GUALTIERO II nome deriva dall’antico tedesco e significa “capo dell’esercito”. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 5 giugno in ricordo di San Gualtiero prete, martire in Frisia.

GUENDALINA Il nome deriva dal celtico e significa “che ha ciglia bianche”. Era la moglie del Mago Merlino. E’ usato anche nelle seguenti forme: Guenni, Gwennie, Guendolina. L’onomastico può essere festeggiato il 14 ottobre in memoria di Santa Guendolina, vissuta nel VI secolo.

GUERRINO Guerrino deriva dalla forma germanica Warin, che significa “protettore, difensore”. L’onomastico si festeggia il 6 febbraio. La variante di questo nome è Guarino, dal nome del cardinale e vescovo di Palestina San Guarino di Preveste.

GUGLIELMO/GUGLIELMINA II nome deriva dal germanico Willihelm e significa “elmo della volontà”. L’onomastico si festeggia il 10 febbraio in memoria di San Guglielmo morto nel 1157 che fu eremita a Malavalle nei pressi di Siena. E’ patrono degli armaioli e dei carcerati. Da Guglielmino è derivato il nome proprio Wilma o Vilma.

GUIDO Il nome deriva dall’antico tedesco e significa “istruito”. L’onomastico viene tradizionalmente festeggiato il 7 settembre in ricordo di San Guido, figlio del conte Farolfo, monaco camaldolese, discepolo di San Romualdo, invocato contro le epidemie contagiose ed il morbillo.

GUSTAVO/GUSTAVINA Il nome ha origine svedese e significa “sostegno dei Goti”. II nome è stato adottato da numerosi sovrani di Svezia. L’onomastico viene festeggiato il 27 novembre in ricordo di San Gustavo o Gustano, monaco benedettino della Vandea, morto verso l’anno 1009, assai popolare in Germania.

Tags: Etimologia Significato Nomi

Post correlati

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.