Prova il "Mi Piace" Di Google
22
September , 2017
Friday

Frasi Belle

Frasi Belle

Frasi Woody Allen

Scritto da admin Il settembre - 9 - 2009 questa pagina è stata letta 24.723 volte
  • Non è che ho paura di morire. Solo che non voglio esserci quando accadrà.
  • L’amore è la risposta, ma mentre aspettate la risposta, il sesso può suggerire delle ottime domande.
  • Sono stato picchiato, ma mi sono difeso bene. A uno di quelli gli ho rotto la mano: mi ci è voluta tutta la faccia, ma ce l’ho fatta.
  • “Tu mi dai fastidio perché ti credi tanto un Dio!”
    “Beh, dovrò pur prendere un modello a cui ispirarmi, no?”
  • Ho preso lezioni di lettura veloce ed adesso sono capace di leggere Guerra e Pace in venti minuti. Parla della Russia.
  • Ero sopraffatto dal disgusto di me stesso e ho considerato di nuovo l’idea di uccidermi, questa volta aspirando forte col naso in prossimità di un agente di assicurazioni.
  • Non solo Dio non esiste, ma avete mai provato a cercare un idraulico durante il week-end?
  • Ci sono due tipi di persone al mondo, buoni e cattivi. I buoni dormono meglio, ma sembra che le ore di veglia siano molto più divertenti per i cattivi.
  • I cattivi hanno sicuramente capito qualcosa che i buoni ignorano.
  • Se solo Dio mi desse un segno chiaro! Come fare un grosso deposito a mio nome in una banca svizzera…
  • Ho un solo rimpianto nella vita: di non essere qualcun altro.
  • Sono contrario ai rapporti prima del matrimonio: fanno arrivare tardi alla cerimonia.
  • La matematica standard è stata recentemente resa obsoleta dalla scoperta che abbiamo scritto per anni la cifra cinque al rovescio. Ciò ha portato alla rivalutazione del contare come metodo per andare da uno a dieci. Agli studenti si insegnano concetti avanzati di algebra booleana, ed equazioni un tempo non risolvibili vengono trattate con minacce di rappresaglie.
  • L’ultima volta che sono entrato in una donna è stato quando ho visitato la Statua della Libertà.
  • Mio padre aveva lavorato nella stessa azienda per dodici anni. Poi lo licenziarono per sostituirlo con un computer grosso così. Fa tutto ciò che faceva mio padre, ma meglio. La cosa più deprimente è che mia madre ha abbandonato la casa e ne ha comprato uno.
  • Credo in un’intelligenza universale… ad eccezione di qualche cantone svizzero.
  • Che cosa hanno fatto i posteri per me?
  • La maturità di una persona non si misura dall’età ma dal modo in cui reagisce svegliandosi in pieno centro in mutande.
  • Il Signore è misericordioso. Egli mi fa sdraiare nei verdi pascoli. Il problema è che poi non riesco ad alzarmi.
  • Il leone e il vitello giaceranno insieme ma il vitello dormirà ben poco.
  • Tutti conosciamo la stessa verità: la nostra vita consiste in come scegliamo di distorcerla.
  • E mi chiesi se un ricordo sia qualcosa che hai o qualcosa che hai perduto.
  • Sono ateo teologico esistenziale. Credo nell’esistenza dell’universo con l’eccezione di qualche cantone svizzero.
  • Vorrei essere il collant di Ursula Andress.
  • Ogni volta che Nixon usciva dalla Casa Bianca gli uomini della Cia controllavano l’argenteria.
  • Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana pioverà a dirotto.
  • La differenza tra l’amore e il sesso, è che il sesso allevia le tensioni e l’amore le provoca.
  • Sono un grande amatore, perché mi sono molto allenato… da solo.
  • Più che in ogni altra epoca storica, l’umanità si trova a un bivio. Una strada porta alla disperazione e allo sconforto più assoluto. L’altra alla totale estinzione. Preghiamo il cielo che ci dia la saggezza di fare la scelta esatta.
  • Di tutti gli uomini famosi mai vissuti, quello che più mi sarebbe piaciuto essere è Socrate. Non tanto perchè era un grande pensatore, dato che io stesso sono noto per aver avuto delle pensate discretamente profonde, anche se e mie ruotano invariabilmente attorno a una hostess svedese e a delle manette.
  • è meglio amare o essere amati? Nessuno dei due se il vostro colesterolo è più di seicento.
  • Accanto a me c’era una bionda conturbante che aumentava e diminuiva sotto una camicetta nera con una provocazione sufficiente a indurre la licantropia in un boy-scout.
  • Ai miei tempi, per cinque marchi ti curava Freud in persona. Per dieci marchi, ti curava e ti stirava i pantaloni. Per quindici marchi, Freud lasciava che tu curassi lui, e questo includeva una scelta fra due contorni.
  • Un buon esempio di manifestazione fu il Boston Tea Party, dove gli americani offesi vestiti da pellerossa buttarono il tè inglese nella baia. Poi dei pellerossa travestiti da americani offesi buttarono veri inglesi nella baia. Quindi gli inglesi travestiti da tè si buttarono l’un l’altro nella baia. Alla fine, dai mercenari tedeschi vestiti solo coi costumi delle Troiane si buttarono nella baia senza motivo alcuno.
  • Io sono un tipo all’antica. Non credo alle relazioni extraconiugali. Credo che ci si dovrebbe accoppiare a vita come i piccioni e i cattolici.
  • Vista in positivo, la morte e’ una delle poche cose che si possono fare facilmente stando distesi.
  • Una volta ho avuto un dolore al petto. Ero conviento che fossero bruciori di stomaco, perche’ in qul periodo ero sposato e mia moglie cuocea quelle sue ricette naziste. Pollo alla Himmler. E non volevo pagare 25 dollari perche’ un medico mi confermasse che avevo dei bruciori di stomaco. Ma ero preoccupato perche’ erano al petto. E viene fuori che un mio amico, Eggs Benedict, aveva un dolore al petto nello stesso identico punto. E penso che se riesco a mandare Eggs dal dottore, capisco cos’ho io che non va. E senza parcella. E lui va. Viene fuori che ha dei bruciori di stomaco. Ha speso 25 dollari e io mi sento benissimo. perche’ penso che ho fregato al medico 25 dollari, no? Telefono a Eggs due giorni dopo. Era morto. Mi precipito in ospedale. Mi faccio fare una serie di test. Spendo 110 dollari. Adesso sono furibondo. Incontro la madre e le dico: – ha sofferto molto? – E lei mi fa: – No, una cosa rapida. L’auto l’ha preso in pieno ed é morto dul colpo.-
  • È impossibile sperimentare la propria morte opggettivamente e continuare a cantare una melodia.
  • L’universo è solo un’idea fugace nella mente di Dio – un pensiero piuttosto scomodo, specie se hai appena versato l’anticipo per la casa.
  • Non credo nell’aldilà, anche se mi porterò la biancheria di ricambio.
  • Tutta la letteratura è una nota a pie’ di pagina del Faust. Non ho idea di cosa voglio dire con questo.
  • Mi è stato chiesto se ero consapevole delle implicazioni morali di ciò che facevo. Come dissi al tribunale di Norimberga, non sapevo che Hitler fosse nazista.
  • Non potrebbe semplicemebte essere che siamo soli e senza scopo, desinati a vagare in un universo indifferente, senza speranza di salvezza, né di altra prospettiva che la miseria, la morte e la vuota realtà dell’eterno nulla?
  • Le differenze maggiori tra i vari canali televisivi sono tuttora le previsioni del tempo.
  • Non condannate la masturbazione. É fare del sesso con qualcuno che stimate veramente!
  • “Il sesso senza amore é un’esperienza vuota.” “Si, ma con le esperienze che girano non é male.”
  • Voglio raccontarvi una storia straordinaria sulla contraccezione orale. Ho chiesto a una ragazza di dormire con me e lei ha risposto: “No.”
  • Fu in parte per colpa mia se divorziammo… Tendevo a mettere mia moglie sotto un piedistallo.
  • Il mio cervello: é il mio secondo organo preferito.
  • Mio nonno era un uomo molto insignificante. Al suo funerale, il carro funebre seguiva le altre auto.
  • Provo un intenso desiderio di tornare nell’utero… di chiunque.
  • Non mangio mai ostriche. Il cibo mi piace morto. Non malato, né ferito, morto.
  • Il cibo in questo posto é veramente terribile. Inoltre le porzioni sono scarse. Tutto questo può essere paragonato al sentimento che ho nei confronti della vita.
  • Quand’ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli.
  • Mentalità divertente quella degli americani: nessuno ha detto niente quando Nixon ha bombardato illegalmente la Cambogia, ma se lo avessero sorpreso in una camera d’albergo con una minorenne lo avrebbero cacciato in due giorni.
  • Il mio primo film era così brutto, che in sette stati americani aveva sostituito la pena di morte.
  • Il sesso è come giocare a bridge. Se non hai un buon partner, spera almeno in una buona mano.
  • Quando ero piccolo i miei genitori mi volevano talmente bene che mi misero nella culla un orsacchiotto. Vivo.
  • Grazie a Dio sono ateo.
  • Mio padre ha preso da sua zia May… rifiutava la Bibbia perchè diceva che il personaggio centrale non era assolutamente credibile.
  • Dio è morto, Marx è morto… e anch’io oggi non mi sento molto bene!
  • Sono afflitto da dubbi. E se tutto fosse un’illusione, se nulla esistesse? Ma allora avrei pagato uno sproposito per quella moquette!
  • Non so se Dio esista. Ma se esiste spero che abbia una buona scusa.
  • Ho una gran voglia di uccidermi, ma ho talmente tanti problemi che non sarebbe una soluzione.
  • Non voglio raggiungere l’immortalità con il mio lavoro. Voglio arrivarci non morendo.
  • Ci sono cose peggiori della morte. Se hai passato una serata con un assicuratore, sai esattamente di cosa parlo.
  • Che cosa non mi piace della morte? Forse l’ora.
  • I guai sono come i fogli di carta igienica: ne prendi uno, ne vengono dieci.
  • La vita é sostanzialmente tragica: ma qualche volta riesce ad essere meravigliosa.
  • “Capitolo primo. Adorava New York. La idolatrava smisuratamente”. No, no, è meglio “La mitizzava smisuratamente”, ecco. “Per lui, in qualunque stagione, questa era ancora una città che esisteva in bianco e nero, e pulsava dei grandi motivi di George Gershwin”. Ahhh, no, fammi ricominciare da capo. “Capitolo primo. Era troppo romantico riguardo a Manhattan, come lo era riguardo a tutto il resto. Trovava vigore nel febbrile andirivieni della follia e del traffico. Per lui New York significava belle donne, tipi in gamba che apparivano rotti a qualsiasi situazione”. Eh, no… stantio, roba stantia… di gusto uhm… Insomma, dai, impegnati un po’ di più. Da capo. “Capitolo primo. Adorava New York, anche se per lui era una metafora della decadenza della cultura contemporanea. Com’era difficile esistere in una società desensibilizzata dalla droga, dalla musica a tutto volume, televisione, crimine, immondizia”. Troppo arrabbiato. Non voglio essere arrabbiato. “Capitolo primo. Era duro e romantico come la città che amava. Dietro i suoi occhiali dalla montatura nera, acquattata ma pronta al balzo, la potenza sessuale di una tigre”. No, aspetta, ci sono. “New York era la sua città, e lo sarebbe sepre stata”. (Da “Manhattan”)
  • … prima che l’orrido sipario della realtà cali su di noi. (Da “La maledizione dello scorpione di Giada”)
  • Ho appena compiuto quarant’anni. Non voglio arrivare a cinquanta e scoprire che ho misurato la mia vita a cucchiaini da caffè. (Da “Celebrity”)
  • Hanno detto che il tema principale di tutti i miei film è la differenza tra la realtà e la fantasia. In effetti è un tema che ricorre molto spesso, e penso dipenda essenzialmente dal fatto che odio la realtà. Ma sai, purtroppo la realtà è l’unico posto in cui possiamo mangiarci una bella bisteccha per cena.
  • La risata, rimanendo subconscia nel suo regno manifesto (o, per dirla con Freud, quando scaturisce dalla bocca) spesso tien dietro a qualcosa di buffo. Questo spiega perché – laddove la morte d un amico quasi mai suscita ilarità – un cappello ridicolo, invece, fa ridere.
  • Volevo diventare un agente dell’FBI, ma ci voleva un metro e ottanta di statura e venti su venti di vista. Allora ho deciso di diventare un grande criminale. Ma ci voleva un metro e ottanta di statura e venti su venti di vista.
  • Cosa conosciamo? Cioè cosa siamo sicuri di conoscere, o sicuri che conosciamo di aver conosciuto, se pure è conoscibile? Possiamo conoscere l’universo? Mio Dio, è già così difficile non perdersi in Chinatown…”
  • Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Uhm. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Okay. Per me… ehm, io direi… per Groucho Marx tanto per dirne una, mhmmmm, e Willie Mays e… il secondo movimento della sinfonia Jupiter… Louis Armstrong, l’incisione “Potatoehea Blues”… i film svedesi naturalmente… “L’educazione sentimentale” di Flaubert, Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili… mele e pere di Cézanne, i granchi da Sam Wo, il viso di Tracey.
  • No. N-non faccio uso di allucinogeni da quando… Ho dato una boccata a un party, cinque anni fa, e… Poi cercavo di sfilarmi i pantaloni da sopra la testa.
  • Nancy: Non li voglio gli alimenti. Puoi tenerti tutto tu. A me basta andarmene.
    Allan: Non potremmo discuterne un momento?
    Nancy: Ne abbiamo già discusso, cinquanta volte. E’ inutile.
    Allan: Perché?
    Nancy: Non lo so. Non sopporto il matrimonio. Non mi diverti, tu. Anzi, mi soffochi. Non c’è mica un rapporto fra me e te. Eppoi, fisicamente,non mi piaci. Per carità, non pigliarla sul piano personale!
  • Secondo i moderni astronomi, lo spazio è finito. Questo è un pensiero molto confortante, in particolare per la gente che non ricorda mai dove ha lasciato le cose
  • La bisessualità immediatamente raddoppia le tue chances al sabato sera.
  • Il mio fisico non tollera la roba, l’alcool. Veramente! Ho bevuto due Martini la vigilia dell’ultimo dell’anno e ho tentato di dirottare un ascensore su Cuba!
  • L’ultima volta che sono stato al mare è stato con Mrs. Allen, mia moglie. Durante la luna di miele. Ero favoloso. Mi avreste adorato. Stavo sciando sull’acqua, nudo fino alla cintola, scivolavo veloce sulla cresta dell’onda. I muscoli luccicanti d’olio, mi tenevo con una mano sola. Lo sci d’acqua è una meraviglia. Mia moglie, nella barca davanti a me, vogava con foga.
  • E se nel 2315 ci svegliassimo per sentirci raccontare che l fumo non aveva mai fatto male a nessuno?
  • Dio non è morto. Sta solo cercando un posteggio.
  • Cosa guardo di una donna? Gli occhi. La bocca. I seni. Le gambe… Insomma, tutto. Il particolare è ingannevole, meglio una panoramica generale.
  • “E’ importante la ginnastica… fa meraviglie. La ginnastica ha cambiato la mia vita!” ,”Io preferisco l’artrofia!”
  • Ma non posso ucciderlo, è un essere umano, macchierà tutto il tappeto.
  • “Presto avremo un bambino.” “Scherzi?” “No, avrò proprio un bambino: me l’ha detto il dottore… sarà il mio regalo per Natale!” “Ma a me bastava una cravatta!”
  • Vedete questo bell’orologio? L’ho ricevuto in vendita da mio nonno sul suo letto di morte.
  • Di solito mi sento abbastanza giù. Le altre volte, mi sento giù del tutto.
  • Non mangio mai ostriche. Il cibo mi piace morto. Non malato, né ferito. Morto.
  • Domattina alle sei sarò giustiziato per un crimine che non ho commesso. Dovevo essere giustiziato alle cinque, ma ho un avvocato in gamba.
  • Non sono un atleta. Ho cattivi riflessi. Una volta sono stato investito da un’auto spinta da due tizi.
  • “Baci da Dio!”. “Beh, sì… Lui ha preso tante cose da me!”
  • I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale.
  • A scuola mi esclusero dalla squadra di scacchi a causa della mia statura.
  • Ci divertimmo moltissimo in Spagna quell’anno, viaggiando e scrivendo. Hemingway mi portò a pescare i tonni e io ne presi quattro scatolette.
  • Zelig: “Devo andare, non posso trattenermi”. “Che devi fare?”. Zelig: (che crede di essere un psicoanalista) “Ho un caso interessantissimo: 2 gemelli siamesi che soffrono di doppia personalità”. “E allora?”. Zelig: “Sono pagato da 8 persone”.
  • Leonard Zelig veniva spesso picchiato dai genitori. La famiglia Zelig abitava sopra a un bowling, ma erano spesso gli avventori del bowling a protestare per il troppo rumore.
  • Recentemente ho letto la Bibbia. Non male, ma il personaggio principale è poco credibile.
  • Ci tengo molto al mio orologio. Me l’ha venduto mio padre sul letto di morte!
  • Se il denaro non può dare la felicita, figuriamoci la miseria!
  • Ho incontrato la mia ex moglie in un ristorante e siccome sono un libertino mi sono avvicinato a lei fluttuando e le ho chiesto: “Che ne dici di tornare a casa e fare l’amore ancora una volta?”. E lei mi ha risposto: “Sul mio cadavere!”. Io allora ho replicato: “Perché no, è come lo abbiamo sempre fatto”.
  • Sono un medico, tengo un corso sulla masturbazione, adesso devo andare senò iniziano senza di me…
  • E’ meglio essere vigliacchi per un minuto che morti per il resto della vita.
  • Amare è soffrire. Se non si vuol soffrire non si deve amare. Però allora si soffre di non amare, pertanto amare è soffrire, non amare è soffrire e soffrire è soffrire. Essere felici è amare, allora essere felici è soffrire, ma soffrire ci rende infelici, pertanto per essere infelici si deve amare o amare e soffrire o soffrire per troppa felicità… io spero che TU stia prendendo appunti… (da Amore e Guerra).
  • Per te sono un ateo, ma per Dio sono una leale opposizione.
  • La psicanalisi è un mito tenuto in vita dall’industria dei divani.
  • L’uomo più felice che io conosca ha un accendino e una moglie, ed entrambi funzionano.
  • Non sono i 6 milioni di ebrei che mi preoccupano, è che i record sono fatti per essere battuti.
  • Il delitto non paga, ma lascia ottimi conti in banca.
  • Il sesso è una cosa molto bella tra due persone; in cinque è fantastica!
  • Cosa intende dire con la frase: “Lei ha un corpo da clessidra e a me piacerebbe giocare con la sabbia?”.
  • Non potevo prendere un cane perché era troppo caro. E finalmente hanno aperto al mio quartiere un negozio di animali difettosi. Potevi prendere un micio omosessuale, un cammello piatto. Io avevo preso un cane che balbettava: i gatti lo facevano impazzire e lui ab-b-b-aiava.
  • “Non sono narcisista, né egoista. Se fossi vissuto nell’antica Grecia non sarei stato Narciso”. “E chi saresti stato?”. “Giove”.
  • Ho flirtato con la psicoanalisi e la psicoterapia fin da giovanissimo. Ogni tanto mi ci riavvicino, con risultati a volte buoni, a volte meno buoni. Ma non ho mai pensato di diventare dottore. Mi contento di fare il paziente.
  • Quando si tratta di malattie, non direi mai di essere un ipocondriaco. Semmai sono un allarmista. Non è che mi senta malato di continuo, ma quando mi ammalo penso subito che sia la volta buona.
  • Da bambino volevo un cane. Ma i miei erano poveri. Così mi comprarono una formica.
  • Andai ad un campeggio estivo per bambini di tutte le religioni. Così fui picchiato da bambini di tutte le religioni.
  • I problemi costanti, enormemente complicati, che pone la realizzazione di un film, mi tengono occupata la mente. Così non ho tempo per riflettere sulle terribili realtà della vita.
  • Cos’è bianco-nero-bianco-nero-bianco-nero-bianco-nero-bianco? Una suora che ruzzola dagli scalini.
  • Dio non esiste. Però noi siamo il suo popolo eletto.
  • Le parole più belle al mondo non sono: “Ti Amo!” ma: “E’ Benigno!!”.
  • Ci sono solo due cose che tu puoi controllare nella vita: l’arte e la masturbazione.
  • Mia moglie è una persona veramente immatura. L’altro giorno, per esempio, mentre mi facevo il bagno è entrata e, senza motivo, mi ha affondato tutte le ochette!
  • L’ uomo consiste di due parti, la sua mente e il suo corpo. Solo il corpo ha più divertimento.
  • Una relazione, io penso, è come uno squalo. Cioè deve costantemente muoversi oppure muore. Ed io penso che quello che abbiamo nelle nostre mani sia uno squalo morto.
  • La differenza fra il sesso e la morte è che la morte la puoi fare da solo e nessuno ride di te.
  • Non c’è niente di sbagliato in te che tu non possa curare con un pò di Prozac e una mazza da polo.
  • Come disse il poeta “Solo Dio può fare un albero” probabilmente perché è troppo difficile capire come farci stare la corteccia.
  • Avevo un terribile impulso a gettarti giù sulla superficie lunare e a commettere con te una perversione interstellare.
  • Sono molto futile e vuoto, e non ho idee e nulla di interessante da dire.
  • Un automobilista pericoloso è quello che vi sorpassa malgrado tutti i vostri sforzi per impedirglielo.
  • Leggo per legittima difesa.
  • E’ sporco il sesso? Certo, ma solo se è fatto bene.
  • Come vedete non importa nascere in un pollaio… quando si ha poi la fortuna di diventare un cigno.
  • Perché l’uomo uccide? Uccide per il cibo. Ma non solo per il cibo: spesso anche per una bevanda (in “Without Feathers”).
  • E se nulla esistesse e noi fossimo all’interno del sogno di qualcuno? O, e ciò sarebbe peggio, se esistesse solo quel tizio grasso nella terza fila? (in “Without Feathers”)
  • E’ impossibile, ma anche indesiderabile, viaggiare più veloci della luce, visto che, a quella velocità, il vento ti porta via subito il cappello.
  • Così, sono seduto al tavolo, sto giocando a dadi, quando una donna molto provocante mi si avvicina e mi corteggia. La porto di sopra, nella mia stanza, chiudo la porta, mi tolgo gli occhiali -sono senza pietà- mi sbottono la camicia, si sbottona la camicia, le sorrido, mi sorride, mi tolgo la camicia, si toglie la camicia, ammicco, lei ammicca, mi tolgo i pantaloni, lei si toglie i pantaloni, e mi accorgo che sto guardando in uno specchio solo quando… Non voglio spiegare i particolari, ma mi sono tolto i vetri dalle gambe per due settimane.
  • Gli Americani non gettano mai via i loro rifiuti. Li trasformano in show televisivi!
  • Linda: “Ma tu ti cuoci solo cibi surgelati?”. Allen: “Cuocerli? E chi li cuoce? Io neanche li scongelo. Li succhio come se fossero ghiaccioli!”.
  • I fratelli Beamish erano due fratelli mezzo scemi che tentarono di andare da Belfast alla Scozia spedendosi l’un l’altro per posta.
  • Una volta un prete mi tirò una Bibbia sul cuore. Per fortuna avevo una pallottola d’oro che mi aveva regalato mia madre che mi salvò la vita!
  • Un tizio: “Provi ad avvicinarsi alla contessa e io la faccio a pezzi!”. Allen: “Se un uomo mi dicesse quello che lei mi ha detto, lo ucciderei!”. Il tizio: “Ma io sono un uomo!”. Allen: “Beh, intendevo un uomo un pò meno alto…”.
  • Quando ero più giovane facevo analisi di gruppo perché non mi potevo permettere quella privata. Ero il capitano della squadra di softball dei paranoidi latenti. La Domenica mattina di solito giocavamo noi nevrotici, divoratori di unghie contro incontinenti notturni. Se non avete mai visto dei nevrotici giocare a softball è abbastanza divertente. Io di solito fregavo la seconda base, poi mi sentivo in colpa e tornavo indietro.
  • Torno a casa con una ragazza che ho portato fuori e sei isolati prima di casa sua tira fuori le chiavi. Allora la porto sui gradini e le metto le braccia intorno alla vita e lei fa: “No, no, ti prego. Domani mattina mi odierò “. E io le dico: “Basta che ti svegli al pomeriggio”
  • Los Angeles è una città il cui unico contributo alla civiltà moderna consiste nel permesso continuo di svolta a sinistra.
  • Tutto questo non lo faccio per vivere… Avrei potuto benissimo arricchirmi organizzando visite guidate sul mento di Kirk Douglas”.
  • Lo sviluppo della mia filosofia ebbe origine nel seguente modo: mia moglie invitandomi ad assaggiare il suo primo soufflé, me ne fece accidentalmente cadere una cucchiaiata sul piede provocandomi la rottura di alcune falangi.
  • Se rinasco voglio essere le mani di Warren Beatty.
  • So come difendermi. In caso di pericolo io ho questo serramanico che mi porto sempre dietro. In caso di vero pericolo schiaccio il pulsante e si trasforma in un bastone da tip tap, così posso fare simpatia.
  • Quest’uomo può essere prezioso, avendo voglia di vomitare.
  • Durante la mia prima notte di nozze mia moglie, sul più bello, si è alzata in piedi per un’ovazione.
  • Non faccio mai la doccia in luoghi pubblici perché non mi piace spogliarmi nudo davanti ad un altro uomo. Non mi piace mostrare il mio corpo a una persona del mio stesso sesso perché non si sa mai quello che potrebbe succedere.
  • Ricordo gli insegnanti della scuola pubblica che frequentavo. Ecco c’era un detto da noi che diceva: “Quelli che non sanno far niente insegnano, e quelli che non sanno neanche insegnare, insegnano ginnastica”.
  • La sapete quella delle due vecchie signore in villeggiatura sui monti Catskills e una dice: “Mamma, come si mangia male in questo posto!”. “Oh sì, il vitto è uno schifo, e oltretutto ti danno porzioni così piccole!”. Beh, questo è essenzialmente quello che io provo nei riguardi della vita.
  • L’FBI circonda la casa: “Buttate fuori il bambino, consegnateci le armi e uscite a mani in alto!”. I rapitori rispondono: “Buttiamo fuori il bambino, ma lasciateci tenere le armi e andare alla nostra macchina”. L’FBI replica: “Buttate fuori il bambino, vi lasciamo andare alla macchina, ma consegnateci le armi”. I rapitori allora dicono: “Buttiamo fuori il bambino, ma lasciateci le armi, non abbiamo bisogno di andare alla macchina”. L’FBI propone: “Tenetevi il bambino… Un momento, ho fatto casino…”.
  • Sono circondato da gente che sembrano comparse de “Il Padrino”.
    Chi è malvagio nel profondo del cuore probabilmente la sa lunga.
  • Mio Dio! Mio Dio! Cosa hai fatto Tu ultimamente ?
  • “Suo figlio è ancora all’Università?”. “Temo di no. E’ stato espulso la settimana scorsa per comportamento immorale. E’ stata una sorpresa per noi. Lo hanno colto mentre cercava di immergere una nana nella salsa tartara. E’ una cosa che non sopportano in un’Università dell’Ivy League”.
  • Avevo un buon rapporto, direi, con i miei genitori. Di rado mi picchiavano. Anzi, credo che mi picchiarono, in effetti, una unica volta, durante l’infanzia. Cominciarono a picchiarmi di santa ragione il 23 dicembre del 1942 e smisero nel ‘44, a primavera inoltrata. (Il dittatore dello stato libero di Bananas).
  • “Due mesi fa eri sicuro di avere un melanoma maligno”. “Naturale… io, io, capisci, con l’apparizione improvvisa di una macchia nera sulla schiena…”. “Ma era sulla camicia!”. “E io che ne sapevo! Tutti indicavano qua dietro!” (Hannah e le sue sorelle).
  • “Come hai saputo tu del sesso?”. “Io? Da mia madre. Quand’ero piccolo le chiesi: da dove escono i bambini? Lei capì i piombini e mi disse “dal fucile”. Quando una signora del palazzo ebbe tre gemelli io pensai che fosse a tre canne” (da “Il dormiglione”)
  • Come posso credere in Dio quando proprio la settimana scorsa la mia lingua è rimasta presa nel carrello di una macchina da scrivere elettrica.
  • La sua figura descriveva una serie di parabole che potrebbero causare arresto cardiaco in uno yak.
  • Il vantaggio di essere intelligente è che si può sempre fare l’imbecille, mentre il contrario è del tutto impossibile.
  • Che c’è di più bello di un albero a primavera, a parte forse un cervo con le ghette che canta “Stranger in the night” al chiaro di luna
  • Un gentleman è un signore che sa suonare la cornamusa, ma se ne astiene.
  • Il sesso è stata la cosa più divertente che ho fatto senza ridere.
  • La morte è una caratteristica acquisita.
  • In un momento tutto il film della mia vita mi è ripassato davanti agli occhi. E io non ero nel cast!
  • Ho un rapporto catastrofico con le tecnologie: se passo sotto un lampadario a gocce, si mette a piovere.
  • Ti amo per quello che sei… ricca!
  • La vita si divide in orrori e miserie.
  • Io non credo in Dio, non ci ho mai creduto… Diciamo che lo stimo.
  • La purezza è l’alibi dei peccatori mancati.
  • A scuola mi esclusero dalla squadra di scacchi a causa della mia statura.
  • Tutti gli uomini sono mortali. Socrate era mortale. Dunque, tutti gli uomini sono Socrate.
  • Sono mulatto: mio padre è negro, mia madre bianca e viceversa.
  • Se vuoi far ridere Dio, raccontagli i tuoi progetti.
  • Prima di salutarvi vorrei tanto lasciarvi un messaggio positivo. Ma non ne ho. Vanno bene lo stesso due messaggi negativi?
  • Preferisco di gran lunga la cremazione alla sepoltura, e tutte due a un weekend con la signora Needleman. (da Effetti collaterali)
  • Posso dire del successo in genere che a me pare sopravvalutato, oggigiorno, alla pari del sesso.
  • Portavo una spada per strada; se qualcuno mi attaccava si trasformava in un bastone da passeggio, così la gente era dispiaciuta per me.
  • Perché l’uomo uccide? Uccide per il cibo. Ma non solo per il cibo: spesso anche per una bevanda.
  • Ogni volta, quando un mio film ha successo, mi chiedo: come ho fatto a fregarli ancora?
  • Per te sono ateo, ma per Dio sono una leale opposizione.
  • Se mantieni la calma mentre tutti intorno a te hanno perso la testa, probabilmente non hai capito qual è il problema!
  • Meglio essere vigliacchi per un minuto che morti per il resto della vita!
  • Lo psichiatra è un tizio che vi fa un sacco di domande costose che vostra moglie vi fa gratis.
  • Le più belle parole non sono “ti Amo”, ma “è Benigno”.
  • La morte è come il sonno, ma con questa differenza: se sei morto e qualcuno grida: “In piedi, è giorno fatto!”, ti riesce difficile trovare le pantofole.
  • La psicanalisi è un mito tenuto vivo dall’industria dei divani.
  • Il cattolicesimo è ciò che muore ora e paga dopo.
  • I miei mi hanno insegnato la carità cristiana a suon di bastonate.
  • Emily Dickinson si sbagliava, la felicità non è la cosa con le piume. La cosa con le piume è mio nipote, devo portarla da quello specialista a Zurigo. (da Senza piume)
  • Credo solo in due cose: nel sesso e nel decesso.
  • È bello essere poveri anche perché quando ti avvicini ai settant’anni i tuoi figli non cercano di dichiararti non sano di mente per prendere il controllo delle tue proprietà.


Tags: Woody Allen

Post correlati

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.